Girotonno 2018, non è solo una competizione ma molto di più!!!! (parte prima)

Girotonno 2018

 

Approdo a Carloforte in tarda serata, saranno solo le prime luci dell’alba , all’ indomani del mio risveglio, a farmi render conto di trovarmi in un piccolo paradiso, pronto e carico per la tuna competition del Girotonno 2018.

Io ed il mio amico Michael Filosa di Philadelphia, executive del ristorante Osteria dei fauni di Segrate, dopo aver fatto un piccolo briefing, ci dirigiamo verso le cucine dove troviamo ad accoglierci la nostra piccola brigata composta da Alessio, Jenny, Guendalina e Sabina  studenti dell’ Istituto Alberghiero G. Ferraris di Iglesias. Ed è proprio a questi “ragazzi” che vanno i miei primi ringraziamenti, sempre pronti sempre attenti ma soprattutto sempre rispettosi. I complimenti, sinceri, ai professori che li hanno formati perché oltre a trasmettergli le basi della cucina hanno trasmesso amore e disciplina che richiede questo lavoro.

Eccoci, 150 piatti pronti ad uscire, parte l’inno statunitense adrenalina a mille, il nostro piatto dinnanzi alla giuria tecnica. Attendiamo con ansia il verdetto, arrivano commenti positivi e le critiche dalla giuria presieduta da Enzo Vizzari. Si vota e… siamo in FINALE !!!!

L’indomani visita in tonnara e scelta del più pregiato pezzo di tarantello da lavorare, ragazzi che spettacolo vedere quei giganti da 300 kg ed oltre.

Non sto a descrivervi nel dettaglio le fasi della gara, il passaggio in finale con un voto stratosferico  o la ricetta (seconda parte) ma voglio cercare di raccontarvi, con una semplice frase, quello che vi è oltre la competizione ovvero “un evento fatto di persone, di professionisti e di amicizia, quella vera, quella che fa venire il magone quando ci si saluta” (cit. Marco M.) .

Gli Chef

Un arrivederci a tutti… al sempre sorridente Masaki Okada IL SUSHIMAN jappoitaliano, al argentino Leandro De Seta chef  del ristorante Flora Danica di Parigi, a Fabio Vacca chef del hotel Marinedda, a Salvatore Camedda executive del ristorante SOMU, i professori Cyril Schambert   e Josselin Richard dell’istituto La Hotoie di Amiens e tutto il loro staff, all‘englishman Charlie Pearce  executive del ristorante la Cocina Sitges…

E…. Fabrizio Cosso ? Beh a te un MERCI CHEF, sempre li presente pronto ad incoraggiarmi ed a credere in me. Ricevere quel tuo messaggio fatto di complimenti e non solo è stato il premio più ambito che abbia potuto mai vincere. Sei un vero AMICO !!!

Grazie al Comune di Carloforte ed alla Feedback di Palermo.

Girotonno 2018

I momenti più belli del Girotonno 2018 <3

Pubblicato da Girotonno su mercoledì 30 maggio 2018

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *